Affitto con Riscatto

Affitto con Riscatto: di cosa si tratta e come funziona?!

Affitto con Riscatto: di cosa si tratta e come funziona?!

Negli ultimi anni acquistare casa è diventato sempre più difficile, soprattutto per coloro che non dispongono della liquidità necessaria per poter versare un congruo anticipo e sono, dunque, costretti a richiedere un mutuo per poter finanziare l’intero importo d’acquisto. Le garanzie sempre più stringenti richieste dagli istituti bancari ed i tassi di interesse in aumento, fanno sì che per molti l’unica soluzione per poter disporre di un’abitazione sia pagare un affitto; in questa ipotesi, l’affitto con riscatto può rappresentare un’interessante opportunità.

Noto anche come “rent to buy”, l’affitto con riscatto è una formula di contratto che consente di usufruire di un immobile che, nei tempi prestabiliti dalle parti coinvolte, può essere poi riscattato. Nello specifico, il proprietario dell’immobile concede, al conduttore, la locazione per un certo periodo di tempo, sapendo che il vero interesse è quello di acquistarlo. Al termine del contratto, stipulato inizialmente in accordo tra le parti, si può procedere con l’effettiva compravendita dell’immobile.

Affitto con Riscatto

Contratto d’affitto con riscatto: quale scegliere

L’affitto con riscatto include diverse formule contrattuali, ognuna delle quali prevede delle condizioni specifiche:

  • Diritto all’acquisto: il venditore è vincolato alla vendita dell’immobile mentre il conduttore può decidere, alla scadenza del contratto, se acquistare o meno l’appartamento;
  • Patto di futura vendita: il conduttore risulta essere vincolato all’acquisto del bene immobile;
  • Affitto con riscatto automatico: dopo aver pagato un determinato numero di canoni e/o una specifica somma di denaro, è previsto un passaggio di proprietà obbligatorio;
  • Riserva di proprietà: la proprietà dell’immobile potrà essere trasferita solo dopo aver versato il prezzo totale di vendita. In caso di inadempienza da parte del conduttore, il proprietario può richiedere la risoluzione del contratto e tornare a disporre della casa.

    Affitto con Riscatto

Vantaggi e Svantaggi del “Rent to Buy”

I vantaggi che questo tipo di formula di contratto può offrire al conduttore sono molteplici:

  • Disporre subito dell’immobile;
  • Al termine del contratto può scegliere liberamente se diventare o meno il nuovo proprietario;
  • Non deve sostenere il pagamento dell’IMU e della TASI fino al riscatto dell’immobile;
  • In caso di acquisto della casa, non perde la totalità dei canoni versati per l’affitto in quanto una parte è corrisposta, al venditore, come anticipo sul prezzo di vendita finale;
  • Poter richiedere, agli istituti bancari, un importo inferiore per il mutuo.

I vantaggi riguardano anche il venditore dell’immobile:

  • Canone di affitto più alto rispetto alla norma;
  • Continua ad essere proprietario dell’appartamento fino a quando non avviene la vendita effettiva;
  • Si tutela da possibili svalutazioni dell’immobile in quanto il prezzo è stabilito alla firma del contratto e non può subire variazioni.

    Affitto con Riscatto

Tuttavia, nonostante tale tipologia di contratto sia tra le più convenienti per chi desidera vendere o acquistare un appartamento, sono comunque presenti svantaggi sia per il venditore che per il conduttore e, nello specifico:

  • Il venditore dovrà farsi carico del pagamento delle tasse e imposte previste, nonchè di tutte le spese riguardanti le riparazioni straordinarie, sino all’effettivo passaggio di proprietà. Inoltre, il venditore non potrà usufruire delle agevolazioni fiscali “Prima casa” per l’acquisto di nuovi immobili, sino a quando non si sarà spogliato della proprietà dell’immobile oggetto di affitto con riscatto.
  • Per il conduttore, invece, il principale svantaggio si ha nell’ipotesi in cui decida di riscattare la proprietà dell’appartamento; in questo caso, essendo stato pattuito un prezzo di acquisto in un momento antecedente al rogito, può esserci la possibilità che si paghi un prezzo finale più alto, rispetto a quello di mercato. Con la formula Rent to Buy, infatti, il prezzo di vendita finale viene stabilito al momento della firma del contratto e non tiene conto di eventuali svalutazioni dell’immobile.

 

Rossella Puglisi – Quattrovani Immobiliare

 

Torna al Blog

 

 

Affitto con Riscatto: di cosa si tratta e come funziona?! ultima modifica: 2022-05-02T09:26:49+02:00 da Rossella Puglisi